color-facebookcolor-instagramcolor-instagram_color-twitteremailfacebookgoogleinstagramlinkedinnewspaperpinterestrural-invertedruraltwitterwhatsapp
AREA LAVORO: autoliquidazione INAIL per il 2019, quali le nuove scadenze?

AREA LAVORO: autoliquidazione INAIL per il 2019, quali le nuove scadenze?

Per effetto delle novità contenute nella Legge di Bilancio 2019 (art. 1, co. 1125 della legge 145/2018), differiscono la maggior parte delle scadenze legate all’adempimento dell’autoliquidazione INAIL per il 2019.

Passano al 16 maggio 2019 sia il termine per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni(rispetto al 28 febbraio), sia quello per il versamento in un’unica soluzione dei premi ordinari e dei premi speciali unitari artigiani, dei premi relativi al settore navigazione.

Le novità sono state illustrate dettagliatamente dall’INAIL, con la prima circolare dell’anno pubblicata l’11 gennaio. Il differimento dei termini è dovuto principalmente al taglio generalizzato dei premi previsti dalla norma (circa il 30%), che non ha consentito all’INAIL di inviare ai datori di lavoro, o ai loro intermediari, le basi di calcolo, entro il 31 dicembre 2018, per determinare il premio da versare. Infatti, l’INAIL ha tempo fino al prossimo 31 marzo per fornire ai datori di lavoro i dati utili al conteggio dei premi assicurativi.

Autoliquidazione INAIL per il 2019. Quali le nuove scadenze?

Al fine di consentire all’INAIL di elaborare le nuove basi di calcolo da inviare ai datori di lavoro, alla luce della revisione delle tariffe di cui al comma 1121 della Legge di Bilancio 2019, le scadenze per l’autoliquidazione 2018/2019 risultano così modificate:

- il termine del 31 dicembre 2018 entro cui l’Istituto rende disponibili al datore di lavoro gli altri elementi necessari per il calcolo del premio assicurativo con modalità telematiche, è differito al 31 marzo 2019. Come anticipato in premessa, le nuove basi di calcolo saranno rese disponibili nel “fascicolo aziende” ai soggetti assicuranti entro il 31 marzo 2019 e saranno, altresì, disponibili per gli utenti con i servizi “visualizza basi di calcolo” e “richiesta basi di calcolo” e, per il settore navigazione, “visualizzazione elementi di calcolo”;

- il termine del 28 febbraio 2019 per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni 2018 tramite i servizi “alpi online”, “invio telematico dichiarazione salari” e “invio delle retribuzioni e calcolo del premio”, per comunicare la volontà di avvalersi del pagamento in quattro rate e per chiedere la riduzione prevista dall’articolo 1, commi 780 e 781, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 a favore delle imprese artigiane, è differito al 16 maggio 2019;

- il termine del 16 febbraio 2019 entro cui inviare la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte è differito al 16 maggio 2019;

- il termine del 16 febbraio 2019 previsto per il versamento tramite F24 e F24EP dei premi ordinari della polizza dipendenti, dei premi speciali unitari artigiani e dei premi relativi al settore marittimo, sia per il pagamento in unica soluzione che per il pagamento della prima rata, è differito al 16 maggio 2019.

Top